Inviaci i tuoi eventi a:

Mondo F.I.SB.

< Ritorna agli articoli



A Volterra è festa: gli sbandieratori festeggiano 35 anni di attività!

Ricorrenze

Doppio compleanno in Via Firenzuola dove il Gruppo Storico Sbandieratori Città di Volterra compie 35 anni di vita, mentre il quartier generale di S. Pietro ne compie 30.

Per celebrare i due eventi, in occasione dell’apertura della festa medievale, sabato 17 agosto nel tardo pomeriggio, il Gruppo storico ha richiamato tutti i vecchi soci, sbandieratori, tamburi, chiarine, ma anche semplici figuranti che in questi 35 anni sono gravitati ed un imponente corteo, composto appunto da tutti, vecchi e nuovi accompagnerà sabato pomeriggio l’inaugurazione della festa.

Il corteo, composto da oltre cento figuranti partirà dalla Porta a Selci e percorrendo le vie del centro arriverà in Piazza dei Priori dove l’araldo darà l’inizio ufficiale di Volterra AD1398 edizione 2013.

Era il 1978 quando sotto la spinta dell’AVIS zonale ci si mise al lavoro per creare un gruppo di figuranti locali che facessero da cornice alla gara di tiro con la balestra che si svolgeva ogni anno in Piazza dei Priori. Si trovarono notizie storiche sull’esistenza nel  medioevo di sbandieratori a Volterra e dall’archivio storico del Comune uscirono fuori testimonianze documentate di acquisti da parte dello stesso Comune di stoffe, targhette di cartapecora con gli stemmi di contrada ed aste “Pro Astiludendo” (per giocare con la bandiera). Si misero al lavoro le sarte per i costumi, si studiò il modo di realizzare le aste bilanciate e si reperirono i giovani, che sotto l’insegnamento di un maestro venuto da Gubbio e di maestri locali vennero formati a maneggiare le bandiere e a suonare i tamburi e le chiarine.

In 35 anni di attività le bandiere volterrane hanno toccato tutte le regioni d’Italia, quasi tutti gli stati europei (Francia, Spagna, Portogallo, Svizzera, Germania, Finlandia) ed in altri continenti ( Marocco, Libia, Libano, Cipro, India, Cina e Giappone), ovunque riscuotendo consensi per l’eleganza dei costumi e la bravura degli sbandieratori e dei musici.

Uno dei “segreti” di questa crescita è senza dubbio la sede di Via Firenzuola. Era il 1983 e le stanze dell’AVIS in via Persio Flacco cominciavano a stare strette al Gruppo che si stava allargando piuttosto velocemente. Fu così che l’allora Sindaco Brunale si dette da fare con il Conservatorio di S. Pietro per avere una sede abbastanza grande da contenere tutto il materiale. Fu individuata la lavanderia del collegio, una struttura dei primi del novecento, abbandonata da anni ma con un potenziale interessante e abbracciata dalle mura medievali.

Tutto il Gruppo si mise al lavoro ed in poco tempo tornò a vivere uno degli angoli più belli di Volterra; laddove i fiorentini aprirono la breccia nelle mura per il sacco volterrano ora c’era la nuova sede del Gruppo Storico che di lì a poco cominciò ad essere un punto di interesse e di aggregazione della Città: cinema, teatro, riprese televisive, sfilate di moda, cene a tema fino alla festa medievale, in poco tempo Via Firenzuola divenne una fucina di eventi ed iniziative con il prato antistante per gli allenamenti i ragazzi avevano trovato un punto dove incontrarsi, allenarsi, ma anche giocare e confrontarsi, insomma stare insieme e rafforzare l’interesse per la bandiera.

comments powered by Disqus