Inviaci i tuoi eventi a:

Mondo F.I.SB.

< Ritorna agli articoli



Inaugurata la nuova sede di Maestà della Battaglia!

Inaugurazioni

Inaugurazioni

Inaugurata domenica 12 maggio la sede della Maestà della Battaglia, associazione di sbandieratori, musici, mangiafuoco, giocolieri, arcieri e costumanti nata nel 2008 e cresciuta dalla cinquantina di persone iniziale ai 360 soci attuali, di cui 172 atleti che partecipano a tornei, campionati nazionali, festival in Italia e all’estero.

Davanti a svariate centinaia di persone, sbandieratori e musici hanno aperto con uno spettacolo la giornata di festa che corona la lunga attesa necessaria per trovare una nuova casa per il gruppo cresciuto in modo rapidissimo. Una attesa legata anche alla necessità di adattare la nuova sede, situata a Quattro Castella in via Pasubio 2 -all'inizio della strada per Piazzola - in un luogo adeguato per ospitare il circolo Arci, una palestra per gli allenamenti dei ragazzi, sale adatte alle esigenze dei singoli sottogruppi (sbandieratori, suonatori di chiarine e tamburi, arcieri, sala costumi, uffici eccetera) ed anche una cucina e un bar. 


La giornalista Francesca Severini ha illustrato l’attività dell'associazione e ha aperto la serie di interventi. Il sindaco Andrea Tagliavini ha elogiato lo spirito del gruppo, capace di pianificare le attività e di portarle avanti con serietà e determinazione. "Una volta su tre in cui Quattro castella compare sui giornali - ha aggiunto Tagliavini - è per i successi degli sbandieratori e dei musici".


Riccardo Faietti, dirigente dell'Arci provinciale, ha espresso soddisfazione anche perché da circa un anno non venivano inaugurati circoli di grandi dimensioni come quello targato MdB. Antonio Sarno, presidente della Maestà, ha ringraziato i soci molti dei quali in questi mesi si sono improvvisati idraulici, muratori, falegnami ed elettricisti per collaborare all'allestimento della sede, ovviamente a fianco di ditte specializzate.


Don Enrico Ghinolfi, parroco di Quattro Castella, ha ricordato l'impegnativo riferimento storico legato alla scelta del nome da parte dell’associazione: il santuario della Madonna della Battaglia, eretto sulla via matildica per Canossa, tra Bergonzano e Sedignano. Il titolo "della Battaglia" si riferisce allo scontro tra gli eserciti di Matilde di Canossa e dell'Imperatore Enrico IV. Quest'ultimo nell’ottobre 1092 fu sconfitto sul monte Giumigna, e proprio a quella battaglia la Maestà già negli anni scorsi ha allestito uno spettacolo con sbandieratori, musici, sputafuoco e giocolieri.


Dai vari interventi è emerso l’aspetto educativo dell’associazione castellese, che punta ad allestire spettacoli e a partecipare a tornei, ma che fa dell’educazione dei ragazzi e dell’amicizia tra i soci l’imprescindibile base di partenza. In questo senso, la nuova sede MdB, in quanto circolo Arci, punta ad essere un luogo di ritrovo anche per i giovani del paese, ma anche un luogo per iniziative culturali e di aggregazione sociale.
Messaggi augurali sono arrivati dalle presidenti della Provincia, Sonia Masini, e di Reggio Children, Carla Rinaldi.
Dopo la benedizione da parte del parroco e il taglio del nastro è iniziata la visita ai locali e il buffet preparato dal "gruppo cucina" della MdB. In serata circa 300 persone si sono fermate a cena nella sede dell’associazione. Nelle prossime settimane la nuova sede MdB sarà completata con un campo prove esterno (lavori rallentati dalla pioggia delle ultime settimane).

comments powered by Disqus