Inviaci i tuoi eventi a:

Mondo F.I.SB.

< Ritorna agli articoli



Maltempo: a Ferrara si cercano capannoni per allenarsi. L'allarme di S. Spirito

Gare Storiche

Sos capannoni cercasi. E’ questo il grido d’allarme lanciato dal responsabile di una delle contrade del Palio di Ferrara, il presidente del Rione Santo Spirito, Gabriele Mantovani, per la difficoltà degli sbandieratori e musici di potersi allenare in vista delle gare di maggio a causa del maltempo previsto nei prossimi giorni.

Previsioni che parlano di una primavera ancora lontana, data la tendenza meteo dei prossimi 15 giorni. Senza contare il fatto che fino a oggi le condizioni del tempo non hanno certo favorito la situazione, che comincia a essere critica per chi deve preparare gli esercizi. “Siamo a poco più di un mese dalle gare delle bandiere estensi – spiega Mantovani – e gli esercizi non si riescono a provare, ma sopratutto a completare, dato il maltempo che perseguita la nostra città. Abbiamo provato ad usare palestre, pubbliche e private, ma la carenza di queste strutture, sul nostro territorio (colpevole anche, e ancora una volta, il terremoto del 2012), ci ha impedito di poterle usare con continuità. Ma oltre la difficoltà a trovare ore serali libere, occorre far presente anche il costo. Non critichiamo i prezzi che ci sono chiesti, non abbiamo diritto a criticarli, ma la crisi economica in atto non ci permette di chiedere ai nostri ragazzi e alle loro famiglie di potersi sobbarcare anche di questo costo supplementare”.

L’unica soluzione ravvisata è quindi quella di lanciare attraverso la stampa un sos, appunto, ai privati proprietari di capannoni vuoti o comunque inutilizzati nel territorio comunale. “La crisi – aggiunge Mantovani – ha portato ad avere sempre più la presenza di capannoni vuoti, dismessi o non in uso. Quindi se avete un capannone alto dai 7 ai 10 metri, con una larghezza di 20 metri ed una lunghezza di 30 metri, noi abbiamo un gruppo di sbandieratori e musici che vorrebbero rendere vivo il vostro manufatto”.

Credits: www.estense.com

 

comments powered by Disqus